NEL MOMENTO STESSO DEL TAGLIO, NON CESSA LA CORSA

performer: Olivia Giovannini
textual extracts: Jean Luc Nancy





-


Il corpo è il luogo della più radicale espropriazione da (del) sé, in quanto slargato,
innestato, in un circuito di contatti e contagi che lo piegano e dispiegano dentro e fuori se stesso


-






    



-


Si tratta di andare ad auscultare in una riserva relazionale sonora pre-antropologica anteriore e posteriore a ogni puntualizzazione significante


-







-


Il sonoro trascina via la forma (...) evoca una visione mobile, non ferma (in-ferma)


-




-


Ed è così che risuona, al di qua di un dire, un "voler dire" al quale non bisogna dare subito il valore di una volontà,
ma il valore incoativo di un movimento che si solleva verso un'articolazione o un profferimento ancora senza intenzione e senza visione alcuna del significato.


-






-


Il senso (è) vibrante spiegarsi e dispiegarsi di un'onda che si spande creando in (dentro) sé e da (fuori) sé una pluralità di connessioni e consonanze su più punti dello spazio


-